giovedì 21 aprile 2016

Come si conferiscono gli incarichi a Montegranaro



In un paese normale, governato in maniera normale da gente che ha fatto, a parole, della trasparenza la sua bandiera, ti aspetteresti un comportamento normale. Ma, dato che Montegranaro non è evidentemente un paese normale, ora vi spiego come si assegnano gli incarichi da noi.
Occorre dare incarico occasionale per la gestione della biblioteca. Per un criterio di trasparenza ma anche per valutare in maniera oggettiva le professionalità disponibili e scegliere, possibilmente, la migliore, uno farebbe un bando e vaglierebbe tra i partecipanti. Non volendo fare un bando si dovrebbero invece stabilire dei criteri oggettivi tramite i quali scegliere e poi far sapere alla popolazione, con comunicazioni ufficiali (il Comune di Montegranaro addirittura paga un addetto alla comunicazione), che c’è la possibilità di ricevere tale incarico.
Invece a Montegranaro si fa così: si riunisce la Giunta che fa la delibera in data 24/03/2016. La delibera stabilisce che serve una persona ma non detta minimamente che requisiti questa persona debba avere. Per gestire la biblioteca va bene anche un metalmeccanico. La delibera stabilisce che l’incarico parte dal 1 aprile e termina il 31 dicembre. Dal 24 marzo al primo aprile c’è davvero poco tempo, troppo poco, ma almeno si pubblichi la delibera immediatamente, per dare modo a chi volesse partecipare di presentare domanda. Invece quando si pubblica la delibera? Il 12 aprile, 12 giorni dopo l’inizio dell’incarico. Piuttosto strano, non vi pare?
Cosa ancora più strana è che il giorno 13 aprile, ossia appena pubblicata la delibera sull’Albo Pretorio,  una persona ha chiesto in Comune come poter partecipare e inviare il proprio curriculum e gli è stato risposto che l’incarico era già stato assegnato.
Le conclusioni tiratele voi.

Luca Craia