mercoledì 3 novembre 2021

I tesori di Montegranaro: il busto di Mazzini, bozza del monumento dell’Aventino.

Foto 1

Il busto di Giuseppe Mazzini posto nei giardinetti dell'omonima piazza (foto 1) è opera dello scultore ed ex deputato del Regno d’Italia Ettore Ferrari ed è una bozza del monumento a Mazzini presente a Roma sull'Aventino. Il bozzetto è databile intorno all’anno 1905. Fu portata a Montegranaro dall’allora Deputato montegranarese e poi Senatore e padre costituente (vicepresidente dell'Assemblea Costituente) Giovanni Conti, collocandola dove è ora. 

Foto 2



Foto 3

Durante l'epoca fascista fu spostata nei giardini (ora scomparsi) che esistevano dove oggi c'è l'ex ufficio postale (Buffetti), per poi tornare al suo posto a guerra finita. La leggenda narra che i Repubblicani montegranaresi nascosero al suo interno, in epoca fascista, documenti segreti e non si sa se gli stessi siano mai stati recuperati. Un busto molto simile (foto 3) è posto nel corridoio dei busti di Montecitorio e si narra che il busto montegranarese fosse destinato a quella collocazione, ma poi scartato per alcuni vizi della qualità del marmo (grazie all’onorevole Lucentini per la foto).


 Luca Craia