martedì 28 settembre 2021

CS - Simona Lupini (M5S): "Costi materie prime in edilizia, adeguare il prezziario lavori pubblici"

 

Interrogazione del Movimento 5 Stelle Marche in Consiglio Regionale

 

Comunicato integrale

 

Non si ferma l’impennata dei costi delle materie prime: secondo un’analisi della CNA, 4 imprese su 5 sono rimaste vittime degli aumenti, con rincari che hanno toccato anche quota +30%. Particolarmente colpito il settore dell’edilizia, soprattutto per calcestruzzo e ferro, con rincari oltre il 20%, ma anche per materiali termoisolanti e legno.

Sulla strada di un settore fondamentale per la ripresa economica, arriva però anche un ostacolo burocratico: i progettisti impegnati nei lavori del “Super bonus 110%” devono infatti adeguare i computi metrici ai prezzari regionali, che non vengono più aggiornati da Maggio 2020.

Si tratta di un problema molto grave: senza chiari riferimenti a specifiche lavorazioni rischiamo distorsioni nel mercato. I tecnici impegnati nel Super bonus hanno scadenze prefissate per portare avanti i lavori e poter beneficiare del bonus fiscale, e hanno bisogno di un prezzario che rifletta i prezzi di mercato” spiega la consigliera regionale Simona Lupini (Movimento 5 Stelle Marche), che sul tema ha presentato un’interrogazione insieme alla collega capogruppo Marta Ruggeri.

L’ultimo aggiornamento del prezziario regionale dei lavori pubblici risale a fine maggio 2020: chiederemo alla Giunta di attivarsi per aggiornarlo periodicamente. Il super bonus è una battaglia del Movimento 5 Stelle, su cui si è spesa tantissimo la nostra portavoce alla Camera Patrizia Terzoni” continua la Lupini, che invita a tenere alta l’attenzione sul tema “Dal successo del super bonus, dipende la ripresa dell’edilizia, un settore che è fondamentale, tanto più nella nostra Regione alle prese con la ricostruzione post-sisma”.