mercoledì 19 maggio 2021

Arrivano i treni in anticipo e spiazzano il Pd montegranarerse.

 

Polemicona imbastita ad arte da vari esponenti del PD montegranarerse, con in testa l'ex Presidente della Provincia di Fermo, Aronne Perugini, per il fatto che le prenotazioni per i vaccini riservate alla fascia di età compresa tra 40 e 49 anni, la cui apertura era prevista per oggi alle 12, in realtà è partita un'oretta prima. Per una volta che le cose funzionano come si deve, c'è chi ci rimane male. Sarà che quelli del PD sono abituati a ritardi e disservizi, sarà che ogni occasione è buona per attaccare la destra al governo della Regione, sarà perché Lucentini onorevole non va giù manco col bicarbonato di sodio, fatto sta che assistiamo all'ennesimo travaso di bile con annesse cattiverie dei codazzi della tifoseria. Il treno arriva in orario, anzi, in anticipo e tutti vanno per aria. Eppure ricordiamo bene quando l'avvocato Perugini chiedeva a gran voce di essere vaccinato prima, nonostante la relativamente giovane età, perché avvocato e, in quanto tale, esposto a rischi gravi di chissà quale natura. Oggi lamenta invece il fatto che qualcuno, magari un po' più attento o più pronto, ha potuto prenotarsi prima di lui. Polemicucce sterili, un po' sciocche, che preannunciano una campagna elettorale che, viste le premesse, toccherà temi di fondamentale importanza.

Luca Craia