mercoledì 25 novembre 2020

Montegranaro e l'amore


Montegranaro è un paese che ha una grandissima ricchezza: i Montegranaresi. Siamo gente concreta, laboriosa, onesta, estrosa, creativa. Se un tempo questo paese era una potenza mondiale, lo era grazie alle caratteristiche dei suoi abitanti e all’attaccamento che avevano per la loro terra. Ora stiamo attraversando il periodo più difficile della storia, con la nostra economia che si sbriciola e tanti problemi sociali che vanno a ripercuotersi sulla qualità della vita. Ma ne possiamo uscire, probabilmente ridimensionati, ma ce la possiamo fare.

E per farcela bisogna rimettere in campo le nostre caratteristiche migliori, l'intraprendenza, la voglia di fare, l'inventiva. Bisogna trovare altre strade da percorrere, inventarsi altre cose, magari sfruttare questo posto magnifico in cui abbiamo la fortuna di vivere, valorizzarne le bellezze e i tesori.

E soprattutto bisogna mettere da parte le divisioni e la cattiveria che sta diventando sempre più predominante, forse a causa delle difficoltà che dicevamo, forse anche a causa della politica che spesso la alimenta. C’è una forte ambizione nel carattere dei Montegranaresi, ambizione che è sempre stata una spinta positiva per fare e per crescere ma che in questo momento sta diventando desiderio di predominanza o di rivalsa. Siamo troppo divisi, manca la coesione, stiamo perdendo lo spirito di comunità che una volta, i Montegranaresi antichi, avevano fortissimo.

Per salvare Montegranaro ci vuole amore, dobbiamo amare questo paese e spenderci perchè sia la nostra casa, bella e accogliente. Vedo troppa gente che ha perso l'amore per la sua terra, anche a livelli alti. Lo ha perso o non lo ha mai avuto. Bisogna lavorare su questo: Montegranaro lo salverà l'amore dei suoi abitanti, unito alle loro grandi qualità.

 

Luca Craia