domenica 11 ottobre 2020

Il coach Marco Ciarpella ha analizzato così la battuta d’arresto nella Supercoppa con Ancona. 


La Sutor Decathlon Montegranaro ha giocato alla pari della Luciana Mosconi Ancona, gli è mancato qualcosa nel finale però la buona prestazione mostrata lascia ben sperare per i prossimi impegni. I gialloblù sono sì stati sconfitti dai Dorici però, la partita ha mostrato una squadra in salute che a soli 7’ dal termine era un punto avanti. Con coach Marco Ciarpella abbiamo provato ad analizzare la contesa e il momento della squadra. 

Coach, che partita è stata secondo lei quella disputata ad Ancona? 

“Sono soddisfatto della prestazione fornita dai ragazzi soprattutto sotto il punto di vista mentale perché nonostante acciacchi e problemi, non ha mai mollato. Questo è un aspetto positivo dal quale ripartire ed una cosa su cui stiamo lavorando in allenamento e nel quale dobbiamo crescere quando bisognerà al meglio gestire le fasi della partita. Siamo arrivati nel finale poco lucidi e nel momento in cui abbiamo messo la testa avanti nel punteggio, la squadra ha smesso di giocare affidandosi a tentativi da tre punti estemporanei e dimenticando di attaccare in post basso e giocando in transizione. I ragazzi sono stati poco lucidi nel finale e Ancona affidandosi all’esperienza di Centanni ha spaccato la partita”. 

Possiamo dire però che la Sutor Decathlon è una squadra in crescita? 

“Sicuramente sì. Dobbiamo provare a continuare a crescere perché anche contro Ancona le percentuali al tiro non ci hanno aiutato. Per l’avvicinamento al campionato sarà fondamentale lavorare bene in palestra nel corso della settimana, tutto ciò sarà importante come trovare un po' più di fiducia nei tiri aperti, che contro Ancona, siamo stati in grado di crearci senza però trovare il canestro”. 

Il coach Marco Ciarpella ha analizzato così la battuta d’arresto nella Supercoppa con Ancona. 

“Gallizzi tornerà a disposizione fin da domani, per Bonfiglio la situazione va gestita al meglio considerando che ha accusato un affaticamento muscolare, c’è ancora tempo e dobbiamo provare a farlo arrivare al meglio per l’inizio di campionato”. Che avversario sarà Jesi? “Una squadra importante che ha accusato l’infortunio di Rizzitiello. Per noi sarà un'altra tappa fondamentale per l’avvicinamento al campionato”. 

La preoccupa il fatto che i contagi relativi al Covid-19 sono in crescita e che l’inizio del campionato possa essere a rischio? 

“Stiamo alla finestra. Dobbiamo fare attenzione e vivere con coscienza questi giorni per cercare di fare la parte nostra nel limitare la crescita dei contagi. La situazione mi preoccupa, speriamo che non venga messa in discussione l’inizio della stagione”.