lunedì 28 settembre 2020

Il mistero dell’abside di SS.Filippo e Giacomo


Non tutti sanno che l’abside esterno della chiesa dei SS.Filippo e Giacomo, in realtà, è ubicato all’interno della chiesa stessa. Mi spiego: è evidente che, in epoca successiva all’edificazione del tempio (1752-1757), la parete esterna dell’abside è stata inglobata dalla costruzione, probabilmente successiva, dell’attuale sacrestia. Va ricordato che la vera sacrestia della chiesa è storicamente la stanza posta dalla parte opposta, sotto la cantoria e adiacente alla canonica. L’abside, quindi, originariamente era esterno, come è lecito aspettarsi, e solo successivamente è stato inglobato. La cosa strana è che le mura sottostanti, quelle dell’ecclesia di Sant’Ugo, invece combaciano con la situazione attuale. Quindi l’abisde, prima di essere inglobato, era posto a mo’ di rientranza rispetto alle mura sottostanti su cui poggia la chiesa, e la cosa risulta piuttosto curiosa. Una base di partenza per approfondire.

 

Luca Craia