domenica 29 gennaio 2017

Presepe e Associazionismo a Montegranaro. Potenzialità in parte inespresse.



Bellissima festa oggi a Villa Sofia per il pranzo annuale delle Associazioni che aderiscono all’Ente Presepe. Nonostante quest’anno l’evento che riunisce la stragrande maggioranza dei sodalizi montegranaresi non si sia potuto realizzare, le associazioni si sono volute comunque ritrovare per festeggiare e ribadire l’unità nata sotto la stella cometa virtuale del nostro Presepe che, se quest’anno non l’ha realizzato, ha però prodotto una serie di iniziative che hanno raccolto oltre 6000 Euro, che potrebbero diventare 10.000 tramite le sponsorizzazioni, da destinarsi alla realizzazione di un progetto a favore delle comunità colpite dal terremoto.
Villa Sofia era piena di gente abituata a lavorare per gli altri e per un obiettivo che favorisca la collettività. Quasi quattrocento persone gioiose a festeggiare insieme un altro anno di cooperazione. E c’è davvero da festeggiare, perché Montegranaro, grazie alla collaborazione nata per il Presepe, sta superando il suo grande limite, quello degli orticelli in cui ogni associazione, fino a poco tempo fa, era chiusa, gelosa del proprio operato e incapace di collaborare e chiedere collaborazione. Oggi le cose stanno cambiando.
Ci sono grandi potenzialità in quelle quattrocento persone, che poi sono solo una rappresentanza di questo mondo variegato che si chiama associazionismo. Se si riuscirà a trovare vera unità, collaborazione a tutto campo, obiettivi comuni da perseguire, ci potremo porre traguardi sempre più ambiziosi. Al momento si può solo dire che siamo sulla strada giusta, ma non è facile arrivare al superamento di tante barriere costruite negli anni. Ci si può riuscire e forse ci stiamo riuscendo. Certo, la realizzazione del presepe è un forte collante e quest’anno si è sentita la sua mancanza. Ciononostante la coesione ha tenuto e c’è, e oggi ne abbiamo avuto prova con questa bella festa. E se si riuscirà ad arrivare a una reale unità, sempre nel rispetto delle singole identità e prerogative, potremo fare davvero grandi cose per Montegranaro.
Intanto complimenti a tutti, in particolare al Presidente dell’Ente Presepe, Mauro Lucentini che ha organizzato il tutto ed è riuscito a mediare tra le tante identità presenti nell’Ente conducendole al conseguimento dell’obiettivo pro terremotati. E poi diciamolo: siamo tutti bravi.
                                      
Luca Craia