domenica 7 novembre 2021

Sutor sconfitta in casa da Imola per 55-73.  

Sutor Basket Montegranaro: Galipò 13, Masciarelli 12, Angellotti 3, Torrigiani 5, Korsunov 7, Alberti, Barbante 4 Verdecchia, Botteghi 2, Mariani Murabito 5, Crespi 2. All: Baldiraghi.

Andrea Costa Imola: Wiltshire 7, Fazzi 4, Guidi, Fussi, Trapani 18, Carnovali 23, Calabrese 7, Corcelli, Vigori 2,  Cusenza 5, Trentin 7. All: Grandi.

Arbitri: Picchi di Ferentino (Frosinone) e Faro di Tivoli (Roma).

Note. Parziali: 15-22, 21-41, 38-57. Tl: Sutor 10/16, Imola 17/33. Tiri da 3 Punti: Sutor 7/29, Imola 6/19. Rimbalzi: Sutor 46, Imola 44.

 

MONTEGRANARO – Seconda sconfitta consecutiva, la quinta in campionato per la Sutor Montegranaro che in casa è stata battuta per 73-55 dall’Andrea Costa Imola. La squadra di Baldiraghi ha retto bene il confronto nel primo periodo poi, complice anche l’infortunio di Crespi, nei restanti 30’ non è riuscita ad incidere in attacco subendo troppo in difesa.

Cronaca – Avvio favorevole ai padroni di casa che partono forte grazie a Murabito, 5 punti consecutivi i suoi per il 5-0. Trapani e Cusenza cercano di tenere a galla Imola, Calabrese impatta sul 7-7 al 3’ e una tripla di Carnovali regala il primo vantaggio agli ospiti, 7-10 al 5’. Korsunov sempre dai 6,75 impatta nuovamente la contesa, la gara in questo momento è equilibrata poi in successione arrivano un fallo antisportivo di Murabito e l’infortunio alla caviglia che toglie dalla partita il pivot della Sutor Crespi. La sfida si gioca ancora sui binari dell’equilibrio rotto solo nel finale di quarto con Imola che chiude avanti sul 15-22.

Nel secondo quarto la Sutor fa fatica a trovare la via del canestro, Imola allunga prima sul 17-28 con una tripla di Carnovali e poi raggiunge il più 20 con Cusenza, 19-39. Il secondo periodo porta in dote agli ospiti un vantaggio importante, più 20, 21-41.

Al ritorno in campo l’Andrea Costa Imola cercava di contenere il ritorno della Sutor Montegranaro che inizia bene il secondo tempo con i canestri di Korsunov e Masciarelli. Nel momento del massimo sforzo dei gialloblù, Imola trovava ancora in Carnovali l’uomo partita, quest’ultimo trovava ancora una tripla che ricacciava indietro il tentativo di riavvicinarsi dei calzaturieri. Il terzo periodo si chiudeva sul 38-57. Nell’ultimo quarto in pratica non c’era più partita, sia la Sutor che Imola inserivano le seconde linee e la gara scivolava via con un finale già scritto. L’unica nota postiva in casa gialloblù erano i canestri dei giovani Barbante e Mariani. L’Andrea Costa vinceva per 73-55 mantenendo la vetta della classifica. Per la Sutor ci sarà da lavorare parecchio per trovare dei rimedi ad un momento particolarmente buio.

“Abbiamo giocato una partita molto negativa – ha detto il coach Massimiliano Baldiraghi – e non c’entra nulla con la nostra prestazione l’infortunio di Crespi. Sia io che i miei giocatori dobbiamo vergognarci perché la sfida con Imola è stata gestita al contrario sotto ogni punto di vista. Sia tecnicamente che moralmente dovevamo fare qualche cosa di più. La squadra ha approcciato male il match, l’infortunio di Crespi ci ha creato qualche problema visto che per noi è molto importante però, questo non giustifica una partita negativa. Credo che da martedì dovremo cambiare qualcosa nelle situazioni tecniche, tattiche e morali perché non si può giocare in questo modo nella prima partita in casa alla Bombonera, è stata una cosa schifosa. Complimenti ad Imola che è meritatamente al primo posto della classifica perché si è fatta trovare pronta e furba perché si è guadagnata 33 tiri liberi e noi non essendo furbi, ne abbiamo tirati soltanto 16. Questo è un problema ricorrente e il break iniziale è nato dai nostri errori in lunetta. Così non andiamo da nessuna parte”.


Ufficio Stampa

Sutor Basket Montegranaro