martedì 23 novembre 2021

La panchina rossa: anche Montegranaro dice no alla violenza sulle donne.


Che stanno facendo in viale Gramsci? Se lo chiedono in molti, vedendo il piccolo cantiere al termine del selciato, di fronte al La Perla. Ebbene, stanno facendo una bella cosa. L’associazione Giovani, Territorio e Cultura, per mano della giovane artista montegranarese, Siria Grasselli, sta dipingendo di rosso una panchina. E questo non perché piaccia il colore rosso o perché si abbini bene al paesaggio, ma perché la panchina rossa è diventata il simbolo di una società che si ribella alla violenza sulle donne da quando Tina Magenta dipinse la prima a Lomello. E da allora si susseguono in tutto il mondo iniziative simili, e anche a Montegranaro questi giovani, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, hanno voluto testimoniare solidarietà alle donne che subiscono violenza nonché la necessità di fare finalmente qualcosa per fermare una spirale che sembra inarrestabile.

La panchina rossa di viale Gramsci sarà pronta a breve e sarà inaugurata il prossimo 27 novembre, giorno in cui si terrà anche uno Workshop con le terze classi della scuola media di Montegranaro, insieme agli Stati Generali delle Donne. In viale Gramsci verrà installata una targa che ricorderà il momento ma soprattutto il numero 1522, il numero antiviolenza e stalking.

 

Luca Craia