mercoledì 24 novembre 2021

In centro storico arrivano le telecamere. Ma servono anche la ZTL e il controllo di vicinato.

Anche il centro storico di Montegranaro entra nei nuovi interventi per il patto per la sicurezza urbana a cui il Comune di Montegranaro ha aderito: arrivano infatti due telecamere di prossimità a controllare altrettante zone del paese antico: vicolo del Forno e piazzale Leopardi. Quest’ultimo necessita assolutamente di maggiore attenzione in quanto vi si segnalano da tempo movimenti poco chiari, specie nelle ore notturne.

Ma è il centro storico nella sua interezza che ha bisogno di controlli sistematici ed efficaci, se si vuole davvero iniziare a programmarne la rinascita. La parte più antica di Montegranaro, infatti, per la sua stessa conformazione angusta, tende a essere un luogo idoneo per traffici illeciti, aiutati anche dalla presenza di numerosi stabili disabitati che spesso si prestano a essere sede per residenze illegali e depositi di merci altrettanto fuori dalla legge. Per questo ogni iniziativa volta a migliorare la sicurezza del quartiere è una benedizione.

Importantissima sarebbe l’istituzione di una zona a traffico limitato per i residenti, chiudendo con un varco elettronico via Solferino che, di fatto, è l’unico vero accesso al centro storico. Della cosa ho già avuto modo di discutere con gli assessori Beverati e Gismondi e ho trovato grande apertura e disponibilità, al contrario di quanto registrato in passato con la totale avversione all’idea da parte soprattutto dell’ex assessore ai lavori pubblici Perugini. La Ztl consentirebbe un controllo minuzioso su qualsiasi veicolo entri o esca dal centro, coinvolgendo anche la stessa popolazione che noterebbe immediatamente la presenza di mezzi non della zona. Sarebbe di per sé una bozza di quel controllo di vicinato di cui tanto si parla ma che sembra così difficile da attuare, nonostante altrove abbia dato risultati apprezzabili.

Comunque stiamo assistendo a un cambio di sensibilità nei confronti del paese antico, cosa ch fa ben sperare per il futuro se il tutto verrà poi finalizzato a un progetto di recupero serio, concreto e realizzabile.

 

Luca Craia