domenica 24 ottobre 2021

La Sutor vince la sua prima gara in campionato. Sbancato il PalaLuiss con una prova autoritaria e di carattere. Il commento di coach Massimiliano Baldiraghi.


 

Con una prova di carattere e una partita giocata in maniera autoritaria, la Sutor Basket Montegranaro ha incamerato i primi punti della stagione battendo a Roma la Luiss per 70-62. La squadra gialloblù ha giocato veramente bene ad eccezione di qualche sbavatura arrivata nel corso del secondo periodo, ma è stata brava sempre a rimanere viva e vegeta pronta nella seconda parte della contesa a chiudere in pratica l’incontro. La Sutor ha vinto tre quarti su quattro, ha portato tre uomini in doppia cifra, ha dominato il duello a rimbalzo (47-37) facendo sempre le scelte giuste in attacco complice anche una difesa davvero autoritaria che ha lasciato agli universitari la pochezza di 62 punti quando questi ultimi la settimana prima aveva realizzato 93 contro Roseto. La Sutor ha dimostrato, qualora ce ne fosse stata la necessità, di essere una squadra viva che aveva bisogno solo di un po' di rodaggio.

Coach Massimiliano Baldiraghi è contento di questa vittoria?

“Sì molto contento. Devo fare i complimenti ai ragazzi che hanno disputato una grande partita sopratutto dal punto di vista difensivo. Abbiamo tenuto la Luiss a 62 punti e non era certo facile prevederlo considerando che questa squadra ne aveva totalizzati 93 contro Roseto. Anche in attacco la Sutor ha mostrato dei notevoli miglioramenti, ci siamo passati di più la palla e questo ci ha consentito di trovare soluzioni migliori sia nel gioco interno che esterno. I ragazzi hanno trovato canestri difficili nei momenti importanti e alla fine i due punti conquistati sono stati la conseguenza di quello che siamo stati in grado di esprimere”.

Nel secondo periodo quando la Luiss ha piazzato un parziale di 13-0 siete stati bravi a rimanere concentrati. Da lì possiamo dire che è nata la vittoria?

“Non abbiamo mai mollato e siamo stati sempre sul pezzo. Quando ci sono state delle difficoltà, la squadra ha reagito con rabbia e molta attenzione. Se nelle scorse settimane avevo detto che eravamo ancora dei bambini, dopo questo successo posso affermare che siamo passati a frequentare le scuole medie. Speriamo di continuare a crescere e di lavorare bene, come stiamo facendo per cercare anche di mantenere questo livello difensivo che deve essere la nostra caratteristica principale”.

Contro la Luiss sono arrivati buoni segnali anche dalla panchina e questo le ha permesso di poter gestire meglio le forze. E’ d’accordo su questa cosa?

“Sì, abbiamo coinvolto un po' tutti e deve dire che a differenza di altre volte, contro la Luiss tutti sono entrati bene dando in maniera ottima il loro apporto sia a livello di intensità, sia per quanto riguarda l’atteggiamento. Anche a livello qualitativo, mi riferisco a Korsunov, Botteghi e Torrigiani, che ha realizzato un canestro subendo anche fallo in un momento particolarmente importante del match, tutti sono andati bene. Galipò ha guidato in maniera magistrale la squadra con grande garra, ma devo dire che tutti contro la Luiss sono stati veramente bravi”.

Cosa significa questo primo successo stagionale per una squadra che voleva ritrovare fiducia?

“Che stiamo lavorando bene crescendo di partita in partita. Adesso dobbiamo continuare a mantenere questo processo di crescita perché le prossime partite, quella a Teramo e in casa con Imola, sono veramente molto importanti”.


Ufficio Stampa

Sutor Basket Montegranaro