giovedì 2 settembre 2021

Nel centro storico fioriscono le discariche nei ruderi. Ma chi se ne frega?


Ormai sta diventando la normalità, nel centro storico di Montegranaro: c’è un rudere, ci sono dei rifiuti magari impegnativi da smaltire; si sfonda la porta e si buttano dentro al rudere. Così è nello stabile di piazzale Leopardi che ho ripetutamente denunciato, ottenendo da parte del Comune un’ordinanza che, naturalmente, è rimasta lettera morta, così è in un fabbricato di vicolo Stretto, addirittura di proprietà comunale, e così sta avvenendo in via Palestro, nello scantinato del fabbricato che, qualcuno ricorderà, per anni è stato cinto dalla famosa impalcatura sempiterna.

Anche qui qualcuno ha forzato la porta e, una volta avuto accesso ai locali, ci ha buttato dentro un bel po’ di schifezze, anche pericolose. Il piano di sopra, invece, attraverso un’altra porta sfondata, è diventato un dormitorio abituale per clandestini. Ci sono anche entrati i Carabinieri, qualche tempo fa, trovando una situazione igienica spaventosa. Ma non fa nulla nessuno. Eppure basterebbe poco, tipo sigillare le porte. Ma chi se ne frega? Tanto sta nel centro storico…

 

Luca Craia