mercoledì 25 agosto 2021

Ottima estate per il turismo montegranarese grazie ad Arkeo e i suoi volontari.


Nonostante il momento complicato per il turismo che stiamo cercando di impostare a Montegranaro, l’estate di Arkeo è stata molto proficua. Orientativamente, a oggi, abbiamo accompagnato sia a Sant’Ugo che in altri siti culturali montegranaresi circa 200 visitatori, segno che la ripresa della promozione che effettuiamo (coi soli nostri sforzi) sta ricominciando a dare frutti, facendoci sperare di poter tornare ai numeri di qualche anno fa, prima del terremoto e della pandemia.

Fare turismo a Montegranaro, non mi stancherò mai di dirlo, è possibile e certamente può essere remunerativo. Ma bisogna crederci e investirci, partendo proprio da quel centro storico tanto maltrattato, dimenticato, di cui tutti tornano a parlare ogni 5 anni (salvo commissariamenti) per poi scordarsene subito dopo le elezioni. Un turismo particolare, culturale, su cui c’è bisogno di lavorare con competenza e passione. Arkeo ci lavora da 10 anni, lo facciamo da soli, senza l’aiuto di nessuno, solo con la passione e il sacrificio dei nostri volontari.

Volontari di cui abbiamo un gran bisogno: servono persone appassionate che si vogliano prendere cura dei nostri beni, per promuoverli, custodirli e valorizzarli. Al momento siamo troppo pochi per la mole di lavoro che sta venendo, per cui spero che in un futuro prossimo ci siano altre persone che vengano a darci una mano. Per il momento, continuiamo a dare il massimo, come sempre.

 

Luca Craia