venerdì 2 luglio 2021

A Montegranaro c’è l’estate culturale anche se non c’è l’assessore alla cultura.


A Montegranaro, incredibile ma vero, c’è una programmazione culturale estiva anche senza assessore alla cultura. Pareva impossibile, c’era chi ci aveva fatto preoccupare, che col Commissario si sarebbe paralizzato tutto, invece anche l’estate è salva e c’è un cartellone di eventi che non ha nulla da invidiare a quelli degli anni passati, quando ad attaccarsi la medaglia c ‘erano fior fiori di assessori. Quest’anno, senza assessori, si fa quello che si è fatto sempre: un dignitoso programma estivo, niente di eccezionale, ma nemmeno niente di così peggiore del passato.

Ci sono quelli che orami sono appuntamenti fissi, primo fra tutti il Veregra Street Festival, poi c’è il Veregra Children, e Teatrando di Paia. Si presenteranno e leggeranno libri, con Maria Letizia Lemme e la Biblioteca Comunale, si suonerà buona musica con Francesco Di Rosa e l’Ensemble Brancadoro, L’Enarmonica Ensemble e il Duo Mazzoni-Riganelli, ci sarà il cimena e il teatro con le compagnie Caldarelli, Li Freciute e La Tela. Il tutto, ovviamente, sarà contingentato per le normative anti-covid ancora in vigore.

Insomma, è un’estate vivace, nonostante tutto, a Montegranaro. Nonostante la pandemia che ancora esiste e per la quale dobbiamo continuare a stare attenti, e nonostante non ci sia la politica a gestire il tutto, la qual cosa era data come una iattura e invece, a quanto pare, non lo è.

 

Luca Craia