sabato 22 maggio 2021

Bello il nuovo spot per le Marche. Ora via la politica dal turismo, ci pensi chi lo sa fare.

 

Si punta sul turismo, nelle Marche. Sembra che finalmente si sia capito che stiamo seduti su un pozzo di petrolio e che è ora di tirarlo fuori. Lo spot fatto realizzare dalla Regione è molto bello e molto efficace, con immagini che finalmente danno un’idea dell’immensità della bellezza di questo luogo unico al mondo, pieno di tesori storici, artistici e naturalistici, dove si può passare la mattina al mare e il pomeriggio in montagna o esplorare scrigni d’arte e di storia preziosissimi. Una promozione più concreta e mirata, mi pare, rispetto al passato, alla quale ora deve seguire un’azione politica volta a valorizzare seriamente il territorio.

È il momento che la politica faccia la sua parte e che lasci la gestione diretta dei beni e dell’offerta a chi lo sa fare. Oggi a gestire il territorio ci sono enti, entini, entucci pieni di gente nominata dalla politica, con scarse competenze e scarsissima sensibilità, mossa da logiche politiche che non hanno nulla a che vedere col turismo. È il momento di una netta sterzata: fuori i politici dalla gestione del turismo. Siano quelli che il turismo lo vivono, le associazioni, i professionisti, le guide professionali abilitate a gestire le strutture, a organizzare gli eventi, a condurre i visitatori alla scoperta del territorio. Il territorio va dato in mano a chi lo ha a cuore, a chi lo ama e lo vive, a chi ci lavora e lo sente suo.

La politica ha molto da fare per il turismo. Si occupi delle strade, che sono un camposanto di buche ovunque e i cicloturisti che tanto invochiamo rischiano di ammazzarcisi, nonché gli stessi automobilisti. Si occupi di non massacrare il territorio con discariche aperte a casaccio (o per interessi particolari), biodigestori, impianti di cremazione buttati in mezzo a luoghi di grande potenzialità turistica. La politica si occupi di rendere il territorio funzionante. Al turismo, poi, ci pensino quelli che lo sanno fare.

 

Luca Craia