lunedì 1 marzo 2021

Sveglia! Il palazzetto nuovo con 3 milioni ve lo siete sognato!


Deve essere stato un gran brutto risveglio, quello di Aronne Perugini e di tutto il PD montegranarese, quello di ieri mattina. Dopo aver sognato soavemente cose meravigliose, è il Commissario Prefettizio per Montegranaro a buttarli giù dal letto strappandoli dalle braccia amorevoli di Morfeo e dai loro sogni dorati. Già, perché pare che la realizzazione di un palasport ultimando lo scheletro di quello iniziato nei primi anni 2000 spendendo circa 3 milioni di Euro sia stata solo un sogno. L’hanno sognato quelli del PD montegranarese, che su questo sogno hanno fatto e stanno tuttora facendo una propaganda formidabile, lo ha sognato Fabrizio Cesetti e la vecchia Amministrazione Regionale che hanno addirittura tirato fuori parte di quei soldi, lo hanno sognato i cittadini di Montegranaro, qualcuno felice, qualche altro un po’ meno pensando che forse sarebbe meglio spendere diversamente i soldi della gente in questo momentaccio. Persino l’opposizione l’ha sognato, o almeno ha creduto al sogno.

Invece ce ne vogliono 11, di milioni, non 3. L’Amministrazione Mancini, prima di fare karakiri, aveva commissionato uno studio di fattibilità sul progetto e ora il Commissario ha reso noti i risultati tramite Il Resto del Carlino. E pare che si fossero sbagliati di circa 8 milioni di Euro. Quisquiglie.

Però viene da domandarsi come sia possibile, come abbiano fatto a dire una cosa del genere, da cosa sia scaturita l’idea dei 3 milioni. Voglio dire: una Giunta che aveva nel suo interno fior di ingegneri “strutturali”, che gronda lauree come uno zappatore gronda sudore, che ha come consulenti volontari geometri e architetti variamente imparentati, come ha fatto a pensare di realizzare una cosa con un quarto della cifra che ci vorrebbe nella realtà? E ci credevano pure, perché hanno messo tutto a bilancio, mica micio micio.

E ad Ancona, come hanno fatto a mettere a disposizione un milione e mezzo, e ripeto, 1,5 milioni di Euro, 15.000 banconote da 100, per un progetto che non aveva né capo né coda, che se l’erano sognato una sera, alla festa dell’Unità, Perugini, Ceriscioli e Cesetti tra un piatto di frascarelli e un bicchiere di lambrusco? E anche l’opposizione, come ha fatto a crederci senza verificare? Possibile che nessuno sia andato a fare due conti? Posso crederci io, che non ho gli strumenti per fare certe valutazioni, ci può credere l’elettore medio che poi ti vota pure per quanto ti ha creduto, ma chi fa politica, chi amministra, chi gestisce i nostri soldi, non può farlo basandosi sui sogni che sono desideri racchiusi dentro al cuor.

La buona notizia è che, invece, per sistemare e rendere la Bombonera un gioiellino basta un milione e mezzo, che pure non è poco ma almeno così si possono intercettare quei soldi della Regione destinati a Morfeo. Ma a decidere se farlo o non farlo sarà la prossima Amministrazione. Attendiamo con ansia di conoscere i programmi, perché qua di candidati sindaci si parla a gogo, ma di programmi manco una parola.  

 

Luca Craia