martedì 9 marzo 2021

La normalità tra 7/15 mesi.

 

 "Abbiamo di recente messo a punto con l'Istituto Superiore di Sanità e la Fondazione Bruno Kessler un modello matematico per capire quando potremo tornare a una pseudo-normalità. Se assumiamo che il vaccino protegga dall'infezione e che la fondazione protegga almeno per 2 anni, vaccinando 240.000 persone al giorno riusciremo in 7-15 mesi a tornare alla normalità". Così dice Giovanni Rezza, direttore della prevenzione del Ministero della Salute, rivolgendosi alla Commissione Igiene e Sanità del Senato sui vaccini anti Covid-19 durante un’audizione. Tempi lunghi, quindi, posto che Rezza abbia ragione, anche perché con le vaccinazioni stiamo andando davvero molto lenti e si nota un’estrema disorganizzazione a livello centrale e periferico. Se le parole del dottor Rezza sono consolanti e danno speranza, occorre che la politica si muova in fretta in modo da riuscire a raggiungere l’obiettivo nel minor tempo possibile.

 

Luca Craia