sabato 20 febbraio 2021

"LA MONTAGNA MERITA RISPETTO, NON SPERANZA". MANIFESTAZIONE REGIONALE DI FRATELLI D’ITALIA MARCHE A PINTURA DI BOLOGNOLA (MC).


“VICINI AGLI OPERATORI DELLA MONTAGNA PENALIZZATI DALLE RESTRIZIONI. CHIEDIAMO AL GOVERNO CHIAREZZA NEI PROVVEDIMENTI E RISTORI IMMEDIATI”.

 

Comunicato integrale

 

Flash mob di Fratelli d’Italia Marche a Pintura di Bolognola (MC). Ancora una volta Fratelli d'Italia al fianco degli operatori della montagna, fortemente penalizzati dalle recenti restrizioni del Governo e privi di aiuti concreti a sostegno della categoria, ha scelto la località maceratese colpita anche dal terremoto del 2016 per la manifestazione promossa a livello nazionale “La montagna merita rispetto. Non Speranza”.

Presenti i consiglieri regionali Fdi, Elena Leonardi, Pierpaolo Borroni, Andrea Putzu e Nicola Baiocchi, i coordinatori provinciali di Macerata, Massimo Belvederesi, di Fermo, Andrea Balestrieri, di Ascoli Piceno, Antonio Vagnoni, l’assessore al Comune di Macerata, Paolo Renna, il presidente di Gioventù Nazionale Marche, Maicol Pizzicotti Busilacchi e diversi sostenitori. A distanza il saluto e il sostegno degli onorevoli Fdi, Emanuele Prisco, coordinatore regionale Fdi, e Lucia Albano, trattenuti a Roma per impegni istituzionali.

“La montagna merita rispetto. Non Speranza” nasce a seguito dell’ennesimo rinvio della riapertura degli impianti disposto a poche ore dalla prevista ripartenza. La “speranza”, però, gli abitanti della nostra montagna la stanno perdendo davvero, vessati da una serie di eventi calamitosi e devastanti, che hanno stravolto il tessuto sociale ed economico in modo, grave, a tratti irreversibile. E sono il sisma, la pandemia e la mancata opera di ricostruzione. A questo si aggiunge il Governo Conte che ha messo in ginocchio l’Italia tutta, ed uno nuovo che ha esordito con un provvedimento di estrema gravità, la chiusura degli impianti - vogliamo sapere quanto giustificata - a poche ore dalla tanto agognata riapertura. Chiediamo al Governo chiarezza nei provvedimenti, anche nuovi e più sicuri protocolli, ma soprattutto ristori ed indennizzi immediati agli operatori.