lunedì 8 febbraio 2021

Il destino della fontana e nelle mani dei Montegranaresi. Per ora, solo un intervento contro il degrado estetico. Chiusa positivamente la petizione.

 


Sono stato invitato dal Commissario Straordinario del Comune di Montegranaro, il Viceprefetto Francesco Martino, nel suo ufficio per parlare, tra le altre cose, anche della situazione della fontana della circonvallazione per la quale avevo promosso sabato scorso una petizione popolare online per proporre il ripristino della stessa. L’incontro è stato molto cordiale e proficuo, e il Viceprefetto mi ha illustrato molto chiaramente quale sia la situazione della struttura.

La fontana è fortemente danneggiata, sia a livello di alimentazione dell’acqua sia negli impianti di funzionamento generale, a causa di anni di mancata manutenzione. Un suo ripristino all’origine sarebbe costoso e impegnativo, e non è nelle intenzioni del Commissario agire in questo senso. La cosa è comprensibilissima, in quanto un Commissario, pur avendo pieni poteri e potendo agire in assoluta libertà, normalmente tende a evitare iniziative che rientrino nella sfera delle scelte squisitamente politiche. Del resto, lo scopo che mi prefiggevo con la petizione era di evitare almeno che si facessero opere definitive che impedissero in futuro di prendere quelle scelte politiche che dicevamo.

Su questo sono stato tranquillizzato: la fontana non subirà alcun intervento che non possa essere rimosso successivamente. La vasca, che già è stata di nuovo impermeabilizzata onde evitare ulteriori infiltrazioni d’acqua nel terreno sottostante, verrà riempita con vasi amovibili contenenti piante e il perimetro verrà decorato con una scritta luminosa. Il tutto avrà un costo fondamentalmente esiguo per le casse pubbliche ma ridarà decoro a un punto cruciale, almeno esteticamente, del paese. Nulla di definitivo, quindi, in modo che chi andrà ad amministrare Montegranaro dopo le prossime elezioni possa essere libero, come mi auguro, di scegliere di ripristinare la fontana.

Il Viceprefetto Francesco Martino mi è sembrato molto sensibile al decoro del nostro paese, ed è in questo senso che va interpretato il suo intervento che, avendo queste caratteristiche, è per me soddisfacente, almeno per quanto potessi aspettarmi in questo momento. Ovviamente per il futuro mi auguro ben altre cose, ma questo dipende da chi andrà ad amministrare e da come si esprimeranno i Montegranaresi. Per ora va bene così, quindi chiudo positivamente la petizione, che intanto ha abbondantemente superato le 100 firme, a dimostrazione di come il tema sia sentito a Montegranaro.

 

Luca Craia