domenica 27 dicembre 2020

Santo Stefano al freddo e senza cucinare ad Arquata del Tronto.


Nelle SAE, le famigerate casette che lo Stato ha fornito ai terremotati del 2016, senza elettricità non funzionano i riscaldamenti e non si può nemmeno cucinare. Le linee elettriche in montagna, se non vengono ripulite dalla neve quando nevica, tendono inspiegabilmente a rompersi sotto il peso della stessa. Messi insieme questi due complessi teoremi della fisica, il risultato è che da ieri ad Arquata del Tronto, Pescara, Pretare e Piedilama, nonché in gran parte delle altre zone terremotate delle Marche, manca la corrente, quindi il riscaldamento, quindi persino la possibilità di cucinare. Questo avviene perché, nonostante non sia per niente strano che d'inverno nevichi in montagna, con la neve di questi giorni le linee hanno subito guasti che vengono riparati non senza una certa lentezza. Questo per dire che la questione terremotati non è risolta per niente.

(Fonte: Arquata e le altre)


Luca Craia