sabato 3 ottobre 2020

Accoltellamento del Brigadiere Iadonato. Rivista la pena: un anno e quattro mesi in più.

Si è preso un altro anno e quattro mesi, Braim Bouzroud, il quarantaseienne marocchino che il 29 giugno del 2019 accoltellò ferendolo gravemente il Brigadiere Scelto Mario Iadonato. L’avvocato di Iadonato, Simone Mancini, ha chiesto e ottenuto di rivedere il computo della pena che è stata di conseguenza aumentata a 8 anni e 4 mesi di reclusione per tentato omicidio. Il Marocchino aveva colpito alla schiena, con l’evidente intento di uccidere, il carabiniere montegranarese, provocandogli una ferita severa a un polmone, talmente severa da costringere Iadonato a un pensionamento anticipato.

Il fatto è avvenuto l’anno scorso a Montegranaro, dopo che il carabiniere aveva ricondotto l’uomo presso la sua dimora dopo la chiamata del gestore di un locale nel quale lo straniero stava creando problemi. L’uomo, dopo aver distratto con un pretesto il brigadiere, lo aveva accoltellato alla schiena a tradimento. Il criminale attualmente è in carcere, e si spera ci resti il più a lungo possibile anche se, già all’epoca del processo, aveva espresso la volontà di ricorrere in appello.

 

Luca Craia