martedì 29 settembre 2020

Caso Emmanuel Chidi. La diffamazione nei confronti di Pisana Bachetti. Parla l’avvocato.


Comunicato integrale

 

Esprimo, unitamente alla mia assistita, soddisfazione per la sentenza con cui il Tribunale di Ascoli Piceno ha condannato l'ex Presidente della Provincia Massimo Rossi alla pena pecuniaria di 400 euro per il reato di diffamazione aggravata, art. 595-commi 1 e 3, nei confronti della Sig. ra Bachetti Pisana, con il riconoscimento di una provvisionale in favore della stessa di € 3.000,00 e pubblicazione della sentenza di condanna, a titolo di ulteriore ristoro del danno, per due volte su “Il Resto del Carlino” e il “Corriere Adriatico”. 

Ancora una volta, dopo l’importante pronuncia del Tribunale di Firenze che condannò due anni fa per lo stesso reato il giornalista di Fanpage Saverio Tommasi, viene censurata la condotta di chi non esitò a diffamarla, gettando ombre sulla sua credibilità per mere ragioni propagandistiche e per condizionare l’opinione pubblica a favore di una idea preconcetta, di aprioristica adesione alla versione fornita dalla vedova di Emmanuel, Chimiary, tesi peraltro già smentita in maniera definitiva dalla sentenza di patteggiamento di Mancini. 

Viene dunque restituito il giusto onore alla reputazione della Pisana Bachetti la cui credibilità era, peraltro, stata anch’essa già affermata nella sentenza di patteggiamento in questione. Condannati nello stesso procedimento, anche al pagamento di una provvisionale, altri tre imputati per le espressioni altrettanto infamanti poste a commento e sostegno del post diffamatorio di Massimo Rossi.

 

Avv. Laura Dumi