venerdì 4 dicembre 2015

Vita dura per Ubaldi se vuole far fuori Antonelli



Da uno scambio di battute con Walter Antonelli apprendo, non conoscendo a memoria lo Statuto Comunale, che non dovrebbe essere così facile per il nostro immarcescibile vicesindaco “trombare” il Presidente del Consiglio così come parrebbe voler fare dopo la sfuriata incredibile a cui abbiamo assistito nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale. Infatti, se è vero come è vero che, secondo la legge, il Comune di Montegranaro potrebbe fare a meno della figura del Presidente in quanto la popolazione è inferiore ai 15.000 abitanti e quindi non ne esiste l’obbligo, tale figura è stata adottata dallo Statuto stesso ai tempi di Basso.
È, quindi, certamente possibile sfilare la sedia da sotto ad Antonelli ma non semplicissimo. Non basterebbe, infatti, una mozione di sfiducia perché la stessa non è prevista dallo Statuto. L’unica via percorribile è la modifica allo Statuto stesso e, per farlo, occorre presentare una proposta, votarla e ottenere una maggioranza qualificata. Allo stato attuale non pare sia possibile ma il Presidente Antonelli si dice pronto a sostenere un’iniziativa di Ubaldi in questo senso che sarebbe, quantomeno, indice di un minimo di coerenza. Vedremo

Luca Craia