martedì 15 marzo 2016

Nascono antenne come funghi. E il piano antenne è lì che langue.



Mentre il Movimento 5 Stelle montegranarese sollecitava l’attuazione del piano antenne di cui tanto si è parlato ma del quale non vi è traccia alcuna nei programmi reali dell’amministrazione comunale, pare che a Montegranaro si stia costruendo una grossa antenna telefonica a ridosso di una zona densamente popolata. Molto probabilmente è tutto regolare, tutto secondo legge. Molto probabilmente i parametri massimi tollerabili saranno rispettati e gli abitanti della zona dovranno mangiarsi la loro razione quotidiana di onde elettromagnetiche che faranno pur male ma rimangono nei limiti di legge. Però, a guardar bene, un’amministrazione comunale che faccia davvero gli interessi dei propri concittadini e non, magari senza volerlo, solo quelli di chi ha la fortuna di possedere un appezzamento che interessi a questo o quel gestore telefonico, queste cose le dovrebbe e le potrebbe evitare. Come sempre è una questione di sensibilità e volontà politica. E ci vorrebbe poco. Per esempio un piano antenne fatto bene.

Luca Craia