venerdì 29 luglio 2022

Torna il concetto di medina? A Montegranaro c’è bisogno di più chiarezza nei progetti.

Nel Palazzo degli Agostiniani si è tornati a parlare di medina e di un concetto di centro storico diametralmente opposto a quello che mi era sembrato di capire fosse in mente all’attuale Amministrazione Comunale. Per me è preoccupante, perché se l’Amministrazione Comunale sta cambiando la sua linea su questo progetto, significa non solo che ho buttato via quasi un anno a lavorarci ma che non c’è soluzione di continuità col passato, e quindi si possono accantonare le speranze.
Del resto un cambio di linea sembra di registrarlo anche in un comparto strettamente legato al recupero del centro storico, ossia il turismo dove, invece di favorire e incentivare l’impegno degli operatori economici, si continua a fondare l’offerta su iniziative che sostengono realtà diverse da quelle imprenditoriali che investono e contribuiscono alla crescita del paese e che sono fondamentali per lo sviluppo di qualsiasi economia turistica. E se si fa turismo senza renderlo economia, diventa un esercizio sterile, puramente estetico. E anche qui non vorrei aver perso tempo e lavorato inutilmente. Speriamo di no.
(Nella foto, il chiostro di Palazzo Agostiniani prima dell’intervento di pulizia effettuato la scorsa primavera).

Luca Craia