giovedì 2 settembre 2021

Una strada a prova di errore. Perché non è giusto morire per un errore. Firma anche tu la petizione per la Mezzina sicura.


Non basta la prudenza, non basta andare piano, non basta seguire le norme del codice e del buon senso. Non basta perché c’è sempre qualcuno che non lo fa, c’è sempre qualcuno che si distrae, c’è sempre qualcuno che, per qualsiasi motivo, può sbagliare. E gli sbagli, per strada, si pagano cari, possono avere prezzi altissimi. Quando qualcuno commenta la petizione per chiedere di rendere più sicura la Mezzina affermando che basterebbe andare più piano, ho un autentico moto di stizza, perché quella è presunzione, la presunzione di chi pensa di non sbagliare mai, di non aver mai sbagliato. Tutti possiamo sbagliare, e non è giusto morire per uno sbaglio, sia nostro sia degli altri.

Installare delle rotatorie lungo la mezzina serve a non morire per uno sbaglio, per una distrazione, per una leggerezza. Ed è quello che chiediamo con questa petizione. Abbiamo quasi raggiunto 500 firme, e non sono poche, ma sinceramente spererei in molto di più, perché quella strada la percorriamo tutti, nel Fermano e nelle zone vicine, e tutti rischiamo passandoci. È quindi interesse comune che la strada sia resa il più sicura possibile, a prova di errore.

Ringrazio tutti coloro che hanno già firmato e li invito a farsi testimoni di questa iniziativa, portando altra gente a firmare attraverso il passa parola o le condivisioni sui social. Intanto invito chi non lo avesse ancora fatto a firmare cliccando qui sotto:

 CLICCA QUI PER FIRMARE

Luca Craia