venerdì 30 luglio 2021

2 milioni di appalti irregolari nel Maceratese. Truccati anche appalti per la ricostruzione post sisma 2016


Sono 58 gli appalti irregolari scoperti dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Camerino dietro la denuncia del Sindaco di un comune dell’area montana del Maceratese. Due dipendenti del Comune producevano determinazioni in bianco per acquisire il protocollo e poi scriverle successivamente con i dati che occorrevano per modificare le procedure degli appalti. In questo modo riuscivano a eludere i controlli e ad affidare gli appalti sempre agli stessi soggetti economici senza rispettare le normative. Gli appalti così assegnati superano per valore i 2 milioni di Euro e riguardano anche la ricostruzione post-sisma del 2016 per circa 650.000 Euro. Addirittura, ci sono episodi inquadrabili nel reato di peculato e comunque corruttivi inerenti il sisma del 1997. I due dipendenti dovranno rispondere anche di un danno erariale per circa 300.000 Euro.

 

Luca Craia