martedì 11 maggio 2021

Il sentiero del parcheggio Zed rimesso a nuovo. Ora si sale in viale Gramsci anche a piedi e piacevolmente.


 

Il parcheggio ZED di Montegranaro, quello sotto viale Gramsci, è strategico per decongestionare il centro sia nei momenti fi grande afflusso di persone, come durante il Veregra Street Festival, sia nei giorni normali quando è comunque difficile trovare parcheggio nell’area dove insistono i negozi. Il parcheggio, però, nonostante una discreta capienza, rimane spesso deserto vuoi perché segnalata molto male, vuoi perché risalire verso il centro dal parcheggio non è agevolissimo. C’è l’ascensore, ma non tutti gradiscono salirci, anche perché i guasti che si sono susseguiti nel passato non tranquillizzano. Poi c’è il sentiero.

Il sentiero è un viottolo che sale dal parcheggio fino a viale Gramsci addentrandosi in una specie di boschetto. Un luogo molto carino che, purtroppo, negli anni è stato abbandonato a se stesso diventando poco agevole se non pericoloso. Eppure permette di raggiungere il centro del viale in pochi minuti, facendo anche una gradevole passeggiata nella natura. Il degrado in cui versava, però, sconsigliava ai più di avventurarvisi.

La Giunta Mancini, in verità, vi aveva fatto mettere dei lampioni, in modo che lo si potesse percorrere anche di notte. Ma il degrado era rimasto, e una palizzata di protezione fatiscente e cadente lo rendeva pericoloso. Sarebbe bastato poco per renderlo praticabile, ma non è stato fatto, lasciando tutto all’abbandono.

Sarebbe bastato poco e infatti, con poco, e con la gestione commissariale, che non deve fare campagna elettorale e quindi inaugurazioni trionfalistiche a favore di giornali ed elettori, come per magia è stata messa una staccionata nuova. Ora il sentiero è percorribile, pulito e sicuro.

È ordinaria manutenzione, non dovremmo neanche parlarne perché dovrebbe essere normale tenere le cose pubbliche in condizioni idonee. Ma, visto che l’ordinaria manutenzione è stata quasi completamente tralasciata dall’ultima Amministrazione Comunale, ecco che l’ordinario diventa straordinario e ci sembra cosa notevole anche il ripristino di una semplice staccionata che rende fruibile un percorso finora precluso. Ripeto: non ci voleva molto.

 

Luca Craia