domenica 4 aprile 2021

La Sutor ritrova la vittoria con la Goldengas Senigallia. Il commento del coach Marco Ciarpella


MONTEGRANARO – Una bella e convincente vittoria arrivata nel momento topico della stagione che consente ancora di sperare in una salvezza diretta. La Sutor Basket Montegranaro ha battuto in casa la Goldengas Senigallia con una prova importante di tutto il gruppo che ha limitato le fonti di gioco degli avversari concedendo alla compagine di Paolini solo 47 punti.

Coach Marco Ciarpella, che gara è stata quella con Senigallia?

“Voglio fare i complimenti alla mia squadra perché ha interpretato il piano partita difensivo in maniera davvero impeccabile. Tenere un team come Senigallia a 47 punti, è un grosso merito considerato che la Goldengas segna di media 78 punti. Probabilmente per Senigallia ci potranno essere delle attenuanti visto che non giocava da oltre un mese, però tenerla a questo basso punteggio, facendola tirare da tre punti con 4/33 credo che sia un buon risultato per noi. Potevamo avere a favore uno scarto migliore, siamo stati un po' superficiali nel finale commettendo qualche palla perso di troppo e non chiudendo al meglio alcuni contropiedi. Sotto questo aspetto dobbiamo ancora crescere perché credo che alla fine della stagione il quoziente canestri sarà decisivo per la corsa salvezza. Era importante tornare alla vittoria per trovare fiducia nell’affrontare le prossime cinque partite”.

Il successo con Senigallia possiamo considerarlo di platino perché ottenuto contro una diretta concorrente alla lotta per la salvezza?

“Credo che l’importante era vincere e farlo con una buona prova difensiva perché da un punto di vista tattico non ci era mai capitato. Vedere determinate situazioni difensive che hanno portato a togliere i tiri da tre punti ai nostri avversari in transizione e il post basso, significa che abbiamo svolto un grande lavoro. Poi, Senigallia essendo una squadra di grande talento, ha trovato anche canestri difficili tenendosi a galla grazie a qualche rimbalzo. Questa con la Goldengas la reputo una vittoria importantissima anche se la Sutor può giocare a ritmi diversi però credo che possiamo passare una Pasqua serena”.

Come giudica l’impatto del nuovo arrivato Marini?

“Leonardo è un grande giocatore e penso che ci possa dare una grande mano. L’impatto è stato così, così anche perché lui sa che mi aspetto durezza e grande presenza vicino al canestro. Poteva fare meglio, magari è stato punito dai falli commessi e dal fatto di non aver visto il campo con continuità. Dalla sua crescita dipenderà il nostro percorso da qui al termine del campionato. Voglio altresì rimarcare che questa è stata la prima partita che la Sutor non ha perso il confronto a rimbalzo con gli avversari”.

Passato lo scoglio Senigallia domenica prossima avrete un’altra partita importante con Monfalcone. Come la preparerete?

“Noi abbiamo tutti gli scontri diretti in casa, con Senigallia la squadra ha vinto ed era importante farlo. Adesso avremo Monfalcone che è una squadra ben allenata, con una chiara identità tecnica che sono sicuro sarà pronta a metterci in difficoltà con il ritmo visto che può ruotare dieci giocatori. Sarà una sfida molto difficile ma, noi ci dobbiamo confermare in casa e da adesso fino al termine della stagione, dovremo sfruttare il fattore campo per raccogliere tutti i punti casalinghi a disposizione”.

 

 

 

 

 

 

L’Ufficio Stampa

Sutor Basket Montegranaro