mercoledì 24 marzo 2021

Montegranaresi indisciplinati. E i numeri lo confermano. Ne usciamo solo con la responsabilità individuale.

 

Sono ben più delle 5 di cui parlano i giornali, le multe elevate a Montegranaro dai Carabinieri, e sono la testimonianza di quanta indisciplina ci sia in paese, di quanto siano insofferenti alle regole i Montegranaresi, o almeno una piccola parte che però coinvolge tutti con le conseguenze del proprio comportamento. Ed è questo il punto: quando non si rispettano certe regole si mette a rischio l’intera comunità, e i numeri parlano chiaro: Montegranaro ha il maggior numero di casi di positività al covid19 rispetto alla popolazione. Il nesso causa-effetto pare piuttosto evidente, a meno che non si creda che ci sia un nuvolone di virus nel cielo montegranarese.

Anche la leggera flessione che registriamo in questi ultimi giorni, e che speriamo sia una tendenza che si vada a confermare nei prossimi, conferma che il comportamento è strettamente legato alla diffusione della pandemia. Infatti se oggi la curva flette è perché abbiamo visto le nostre libertà ulteriormente ristrette nell’ultimo periodo.

Ed è questo che dobbiamo capire: la nostra libertà non verrebbe compressa se ognuno di noi si comportasse con responsabilità. Non ci sarebbero zone rosse se ogni persona osservasse le regole e facesse attenzione. Ci sarebbe più libertà e ci sarebbero meno danni all’economia. Ma soprattutto ci sarebbe meno gente malata, meno morti. E di morti, a Montegranaro, ne abbiamo avuti fin troppi, abbiamo pianto troppi amici. Se non capiamo nemmeno questo, non ci possiamo salvare.

E se dopo Pasqua, come auspichiamo pur con molte perplessità, i numeri consentiranno un allentamento delle misure restrittive, se riprenderemo le abitudini sbagliate, i capannelli davanti (e qualche volta dentro) i bar, le grigliate per strada, quel po’ di libertà restituita durerà poco. Come durerà poco la speranza di uscirne in fretta.

Non bastano i vaccini per uscirne, serve l’impegno di tutti. Serve soprattutto che coloro che si creano alibi per fare come gli pare capiscano che il loro comportamento non ha conseguenze solo per se stessi ma ne ha e di pesanti per tutti. Ma se non l’hanno capito in un anno e passa di dolori, morti, amici in rianimazione, libertà limitata ed economia a precipizio, non so come altro farglielo capire.

 

Luca Craia