giovedì 29 ottobre 2020

Ancora due classi sospese a Montegranaro. Ma non si sa in che plesso. Le informazioni, stavolta, sono dirette. Chi è che non le da?


Ce ne erano già due, di classi sospese in attesa di istruzioni da parte del Dipartimento di Prevenzione, istruzioni che paiono non arrivare tempestivamente per niente, e ora se ne aggiungono sempre due. Il comunicato del Comune di Montegranaro è scarno, anzi, scarnissimo come sempre e dice solo che si tratta di due classi della scuola primaria, ma non dice nemmeno di che plesso. E qui non c’entra niente il problema di comunicazione tra istituzioni, visto che le decisioni, come ha sempre tenuto a precisare il Sindaco, vengono prese in sinergia tra scuola e Comune.

Quindi il Comune sa ma non dice. Ora, non è pignoleria né tantomeno voglia di chiacchiere da bar. È che venga rispettato il diritto dei cittadini a essere informati, quello che chiedo. Un cittadino informato è un cittadino consapevole, che si comporta in base alle informazioni che ha e se ne assume le responsabilità. Purtroppo, sia il Governo centrale che le Istituzioni periferiche trattano i cittadini come dei deficienti ai quali è meglio non far sapere le cose. Il risultato è che la gente, non sapendo com’è realmente la situazione, si comporta come vuole, salvo misure repressive. Credo basterebbe, o aiuterebbe molto, informare correttamente i cittadini per avere un comportamento più consono alla situazione. Ma il cittadino, come sempre, non merita rispetto.

AGGIORNAMENTO: il Comune, forse dopo aver letto questo post, finalmente si è sforzato ed è riuscito a dirci almeno quali sono le classi interessate: 1 A e 3 A Scuola Secondaria / 2 C e 4 G Scuola Primaria. 

 

Luca Craia