venerdì 24 febbraio 2017

Vincenzo Correnti: il mio Henghel per la musica di Camerino



Gli eventi sismici recenti, in particolare quello del 26 ottobre scorso, hanno seriamente danneggiato la città di Camerino. Tra i tanti edifici lesionati e inutilizzabili c’è il Palazzo della Musica, dove hanno sede l’Istituto Biondi e la Banda Città di Camerino. Ne è conseguita la cancellazione di tutti gli impegni assunti dalle due realtà culturali, un danno immenso, soprattutto per la missione di promuovere la cultura musicale che si erano dati i venti docenti e i sessanta componenti l’orchestra di fiati, compresa la sospensione delle lezioni per i centosessantadue iscritti ai corsi.
L’Associazione “Adesso Musica”, che promuove l’Istituto Musicale e la Banda, non intende accettare supinamente la fine di tutti i progetti e i sogni che negli anni si stavano concretizzando. Per questo ha istituito una raccolta fondi con i quali finanziare la costruzione di una nuova scuola di musica e riprendere quanto prima le attività. La struttura sorgerà su un terreno messo a disposizione dal Comune di Camerino, ma occorre l’aiuto di tutti perché il progetto si realizzi.
Oltre a fare delle donazioni tramite l’Iban IT71Q 08456 68830 000020155054, sarà possibile sostenere l’iniziativa anche divertendosi, partecipando agli spettacoli che il maestro Vincenzo Correnti sta promuovendo sul territorio. Correnti porta uno spettacolo intitolato “Il mio Henghel”, incentrato sulle musiche del grande clarinettista Henghel Gualdi, splendido interprete e autore jazz in cui si apprezzano le notevoli contaminazioni con la musica tradizionale italiana ed emiliana, proponendo i grandi cavalli di battaglia e i pezzi che lo stesso Correnti, allora giovane allievo, scrisse a quattro mani con il maestro.
I prossimi appuntamenti con “Il mio Henghel” sono per sabato 18 marzo al teatro comunale di Petriolo e venerdì 28 aprile presso il teatro Palazzo Campana di Osimo. Occasioni da non perdere per ascoltare la buona musica di Gualdi interpretata dal meraviglioso clarino di Vincenzo Correnti, con la possibilità di contribuire all’iniziativa per ridare vita alla musica di Camerino.
                                      
Luca Craia