giovedì 26 gennaio 2017

Non cederà di un millimetro. La storia di Marco Capotondi.



Vorrei sottoporre ai lettori del blog questa storia che mi pare molto interessante da un punto di vista umano e ci fa capire cosa possa capitare a un comune mortale che si trovi invischiato suo malgrado in vicende poco chiare nelle quali non ha responsabilità. Pubblico sotto un video di Youtube, realizzato da Loris Calcina, invitandovi a visionarlo.
Capotondi è stato condannato, dopo due assoluzioni, per concorso morale in furto perché, secondo il giudice, era coinvolto in un traffico di gas all’interno della raffineria API di Falconara. Il filmato pone numerosi interrogativi su come si sia giunti a questa sentenza. Mi interessa, soprattutto, il lato umano, perché questa è evidentemente una persona che soffre di questa situazione e la condanna non gli ha fatto solo perdere il lavoro ma anche la dignità e il futuro. Una storia si cui riflettere.
                                      
Luca Craia