venerdì 12 gennaio 2018

Nuovi spazi di largo Conti e viale Gramsci. Ma Veregra Street ci entra?



Nel 2018 Veregra Street compirà vent’anni. È un traguardo importante per la kermesse montegranarese di arte e cibo di strada e sicuramente sarà celebrato con un impegno sempre più forte, spettacoli più belli e grandiosi e, si spera, un pubblico nutrito. Ci sono anche i nuovi spazi appena realizzati nella zona circostante il centro storico, spazi che, da sempre, hanno ospitato gli spettacoli più importanti e imponenti.
Ed è proprio l’imponenza di certi spettacoli che mi fa sorgere qualche dubbio: siamo sicuri che ci sia spazio sufficiente? Largo conti ora è spaccato a metà dal marciapiede; si riuscirà a montarci le grosse strutture che caratterizzano le performance che di solito vi sono alloggiate? Del resto è lo spazio più ampio a disposizione ma, con la nuova disposizione, sembra notevolmente ridimensionato.
Anche viale Gramsci non ha più l’aspetto che aveva fino all’anno scorso. Ora l’area a ridosso delle mura è più piccola e, soprattutto, occupata da pesanti suppellettili di travertino che probabilmente toccherà spostare. Già, ma dove? Come? Con quali cautele, vista la probabile fragilità? Non vorrei che abbiamo migliorato l’aspetto dell’area ma peggiorato la sua fruibilità, almeno sotto questo non trascurabile effetto. Speriamo ci abbiano pensato.

Luca Craia