lunedì 8 gennaio 2018

Denunciato a piede libero l’estirpatore di alberi di Natale. Le telecamere inutili. Ora il Sindaco che fa?


Il primo tentativo di strappare gli alberelli


È stato identificato e denunciato a piede libero l’estirpatore di alberi di Natale di Montegranaro, autore dell’atto vandalico che ha tanto fatto arrabbiare il Sindaco Mancini e fatto saltare il tappo anche a qualche santone dell’integrazione a ogni costo. Si tratta di un giovane di origine magrebina, noto alle forze dell’ordine, violento, rissoso, protagonista di numerosi episodi recenti, tra risse, danneggiamenti e lesioni.
È stato identificato grazie alle testimonianze, visto che, a quanto pare, le telecamere di videosorveglianza quella notte non hanno funzionato o, meglio, una non funzionava e l’altra inquadrava tutt’altro. Vale la pena ricordare che c’era già stato un altro tentativo di danneggiare le piantine, proprio il giorno di Natale. Gli alberelli erano stati divelti e poi riappoggiati sul posto, ma la cosa non aveva avuto alcun riscontro e nessuno, a quanto pare, si era nemmeno dato la pena di controllare le telecamere, visto che, in seguito, sono risultate inutili.
Ovviamente, con una denuncia a piede libero, l’ennesima che va ad aggiungersi alla sua ricchissima collezione di denunce, il nostro simpatico amico potrà continuare a seminare il panico per Montegranaro, a meno che il Sindaco Mancini non rispetti quanto promesso, ossia di emettere un provvedimento di allontanamento dal territorio comunale.
Si tratta, però, di una strada difficile da percorrere in quanto il gesto barbaro di danneggiare i vasi di viale Gramsci, per quanto deprecabile, non è di una gravità tale da giustificare un provvedimento tanto severo. Casomai ci sarà da attendere che compia qualche reato più grave, magari che faccia male a qualcuno. In questo caso, allora, allontanarlo forse sarebbe più facile. Per intanto mi sa che ce lo teniamo.

Luca Craia