giovedì 7 dicembre 2017

CARDIOCHIRURGIA PEDIATRICA DI TORRETTE: DEPOSITATA MOZIONE TRASVERSALE – PRIMA FIRMATARIA ELENA LEONARDI (FRATELLI D'ITALIA)


LEONARDI: UN ATTO CHE INTENDE PREMIARE UN ECCELLENZA NAZIONALE – IMPEGNI CONCRETI A TUTELA DI GIOVANI VITE

Comunicato integrale
 
Depositata in Assemblea Legislativa un'importante mozione che viene dal capogruppo regionale di Fratelli d'Italia, Elena Leonardi, l'atto ha come titolo " Cardiochirurgia Pediatrica Ospedali Riuniti. Valorizzare un'eccellenza della Sanità Marchigiana”. E' un documento che la Vicepresidente della Commissione Sanità ha voluto condividere trasversalmente anche con altri consiglieri di quasi tutte le forze politiche presenti in Consiglio Regionale.
L'argomento è troppo importante e non può essere non condiviso dalla gran parte della politica regionale, stiamo parlando – afferma Leonardi – di un reparto che costituisce l'eccellenza a livello europeo in materia di cardiochirurgia pediatrica. Si evidenzia difatti che la cardiochirurgia di Torrette ha standard di eccellenza elevatissimi, dimostrati anche dal tasso di mortalità che negli ultimi 12 anni è sceso da una media dell'11% allo 0,4 %.
L'intero reparto, inoltre, si caratterizza anche per il fatto che, superata la fase pediatrica si ha la garanzia della tutela per tutta la crescita, quindi anche durante gli altri stadi della vita. La rappresentante del partito della Meloni evidenzia le tecniche innovative e gli interventi risolutivi che sono attuati e che fanno si che la mobilità attiva raggiunga il 45% dell'attività all'interno del reparto medesimo.
L'atto proposto dalla Leonardi è scaturito proprio dalla visita effettuata due mesi fa al reparto di cardiochirurgia pediatrica dove, oltre parlare col personale medico ed infermieristico, la Vicepresidente della Commissione Sanità Leonardi ha incontrato l'Associazione Genitori di Torrette i quali hanno rivolto un appello affinché siano risolte alcune problematiche che chi vive per mesi all'interno di queste mura riscontra quotidianamente. Difatti chi è impegnato ad assistere un proprio figlio o un fratellino e necessita di efficaci servizi di sostegno psicologico e ludico, ha bisogno di tutte le risorse umane necessarie per vivere in maniera meno traumatica possibile questa situazione.
La peculiarità di questo reparto, ovviamente, è anche la specialità chirurgica degli interventi eseguiti in equipe con la presenza di perfusionisti pediatrici, cioè specialisti della gestione del sistema “macchina cuore-polmone”, con circolazione extracorporea che sostituisce la funzione del cuore e del polmone durante gli interventi stessi.
Nella mozione che vede come prima firmataria Elena Leonardi si chiede di garantire la specificità del Reparto di cardiochirurgia Pediatrica dell'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, attraverso la presenza del perfusionista pediatrico quale figura specifica, indispensabile per la miglior tutela del paziente. Inoltre è necessario un impegno per garantire l'autonomia organizzativa del reparto di Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica e Congenita, nella sua forma organizzativa attuale. Tutto ciò  in ragione della sua peculiarità e della delicatezza degli interventi in esso eseguiti oltre che della tutela della fascia di età così vulnerabile dei soggetti neonati o con pochi mesi di vita.
Per la Leonardi inoltre occorre un impegno concreto affinché siano risolte le problematiche del taglio di servizi fondamentali come quelli degli operatori ludici, della musicoterapia e di vari servizi di svago e divertimento fondamentali per la tenuta psicologica dei bimbi e delle loro famiglie nonché ovviamente l'individuazione di una specifica figura di psicologo specializzato nel sostegno a questi bambini e alle loro famiglie.