domenica 17 settembre 2017

Francesca e Peppina. I fatti e le chiacchiere.

Oggi Francesca è andata a trovare Peppina. Peppina ormai la conosciamo tutti, sappiamo chi sia: è la signora di novantacinque anni che lo Stato italiano, rispettando rigidamente le leggi, ha buttato fuori dalla sua casetta di legno, costruita "abusivamente" dopo che il terremoto le ha distrutto casa, quella vera. Lo Stato, quello stesso dei condoni elettorali ad hoc per gli amici palazzinari dei potenti, non è stato in grado di derogare, in un caso che più emergenziale non si riesce a concepire, alle norme fredde e inumane.
Francesca Forconi non la conoscono tutti. La conoscono bene molti terremotati. Francesca chiacchiera poco ma fa e fa tanto. È una che piglia e fa: per i terremotati è un continuo raccogliere e portare. Serve una stufa? Francesca muove il mare e i monti e trova una stufa. Serve un condizionatore? Francesca rompe l'anima a mezzo mondo e se lo procura.
Oggi Francesca è andata da Peppina. È stata con lei alcune ore, hanno parlato, hanno anche pianto. Non gli ha portato nulla se non l'affetto e la solidarietà della gente che ha saputo del suo caso e ne è  solidale. A volte ci vuole poco per fare bene. Che poi poco non è, per niente.

Luca Craia 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.