martedì 30 agosto 2016

Scuole a norma, scuole sicure. La preoccupazione dei genitori.


Sale la preoccupazione dei genitori di alunni delle scuole montegranaresi dopo il sisma. Se già era noto che alcune strutture non fossero a norma, oggi diventa ancora più lecito porsi domande sulla sicurezza degli edifici scolastici, sia in funzione dei danni eventuali causati dal sisma, sia in funzione della prevenzione di nuove scosse importanti. In effetti siamo ancora in pieno sciame sismico e nulla può garantire che non avvengano, nell’immediato futuro, nuove scosse.
In questo senso appare superficiale affermare che le scuole siano sicure anche se non a norma. Sarebbe quindi giusto e doveroso rassicurare i genitori e la cittadinanza con dati certi, ottenuti tramite una perizia scrupolosa sugli edifici che ne attesti la sicurezza, per quanto, se non a norma, mi pare piuttosto difficile poter dare rassicurazioni certe. In effetti le norme sono fatte per garantire la sicurezza e, quando non vengono rispettate, sicuramente qualche requisito essenziale manca. Dire, per esempio, che la struttura del nido è in parte inagibile e in parte sicura al 100% pare piuttosto azzardato.
Con la diligenza del buon padre di famiglia (nel nostro caso, della madre), il Sindaco dovrebbe adoperare il massimo scrupolo e, laddove esista anche il minimo dubbio sulla sicurezza degli edifici, prendere immediati provvedimenti. Altrimenti, Dio non voglia, accadesse qualcosa di grave, non vorrei proprio essere nei suoi panni.

Luca Craia