lunedì 11 dicembre 2017

Chiusa via Castelfidardo: rischio crollo di un rudere. Il centro storico non guarisce da solo

Via Castelfidardo è una delle arterie principali del centro storico di Montegranaro. Una via estremamente popolosa, forse la più densamente abitata, una delle poche carrabili senza difficoltà. Oggi il Sindaco di Montegranaro, Ediana Mancini, ha emesso un’ordinanza contingibile e urgente per chiudere il tratto più alto della via, quello che va da piazzale Trastulli a via Marconi, al transito sia pedonale che veicolare. L’ordinanza è dovuta al rischio crollo di uno degli stabili della via, una vecchia casa diroccata da tempo segnalata e sotto osservazione ma per la quale il Comune di Montegranaro non ha mai preso alcun provvedimento.
La situazione è seria perché è molto probabile che la proprietà non sia in grado di provvedere all’immediata messa in sicurezza dell’edificio. Si profila, quindi, un lungo periodo di chiusura della strada con tutti i disagi che ne conseguono, soprattutto se si vorrà far rispettare l’ordinanza a livello pedonale in quanto sarà interessante vedere come faranno i residenti in quel tratto di strada a recarsi o uscire dalle proprie abitazioni.
Lo stabile in questione è uno di quelli elencati nell’ultima lista di edifici a rischio redatta da Arkeo, Città Vecchia e Labirinto. È bene ricordare che, a tutt’oggi, le tre associazioni che hanno offerto e chiesto collaborazione al Comune per trovare soluzioni per il centro storico, stanno ancora attendendo un riscontro concreto. C’è una ditta che si sta occupando di redigere un progetto di recupero ma, al momento, non si sa nulla di preciso. Intanto il tempo passa e i problemi non si risolvono da soli, come questa ultima situazione evidenzia con estrema chiarezza.

Luca Craia



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.