lunedì 11 settembre 2017

Arkeo: crescono i volontari ma Montegranaro non risponde

Due nuovi volontari, pronti a entrare in azione fin dalle prossime aperture di Sant’Ugo. Questo è l’esito dell’ultimo seminario per volontari del patrimonio culturale di Montegranaro organizzato da Arkeo e tenuto da me ieri pomeriggio. Può sembrare poco ma poco non è e ad Arkeo siamo molto soddisfatti anche perché questi giovani che si accingono a darci una mano nella promozione del nostro patrimonio culturale sono molto validi e preparati.
Aumentiamo quindi un pochino il nostro organico di volontari, col quale stiamo cercando di tenere aperta Sant’Ugo regolarmente ogni prima domenica del mese ma anche di renderla fruibile su richiesta. Siamo pochi, è vero, ma ce la stiamo mettendo tutta e due persone in più sono estremamente importanti.
Certo, non nascondiamo un po’ di delusione per la risposta dei Montegranaresi. Personalmente mi sarei aspettato di più, un po’ di interesse e sostegno, magari anche dalle altre associazioni, per questa nostra missione che sicuramente non è importante come altri tipi di volontariato volti al sostegno della vita umana, ma che comunque riveste un ruolo chiave per far vivere e crescere il nostro paese e il nostro territorio. Purtroppo su queste cose Montegranaro dimostra scarsissima sensibilità e non possiamo che prenderne atto. Peccato.

Luca Craia