lunedì 26 ottobre 2015

Nuovo regolamento per le “Consulte di Quartiere”. E’ L’AMORE PER LE ASSOCIAZIONI CHE CI MUOVE. NON SIETE D’ACCORDO. PARLIAMONE!



Ricevo e pubblico integralmente dal Movimento 5 Stelle Montegranaro.

Leggendo l’intervento di Luca, caro amico di vecchie battaglie associative, avvertiamo due sentimenti: il primo la soddisfazione di vedere cittadini discutere sui temi che noi, solo noi, abbiamo portato alla ribalta. Il secondo la difficoltà a volte (da parte di tutti) di essere propositivi e troppo spesso di essere critici a priori.
Scrivere un titolo del genere lo ritengo tendenzioso. Luca è un ottimo blogger e sa come attirare i suoi lettori… soprattutto in un territorio dove si mangiano scarpe… e associazionismo. Notiamo che ultimamente nel suo blog si rimarcano principalmente gli errori dell’amministrazione e del nostro gruppo (a volte con ottima e rara intuizione rispetto a redazioni giornalistiche servili e per nulla precise) e si sorvola troppo spesso su certi atteggiamenti, silenzi e responsabilità pregresse di parte Gastoniana. Basta dare uno sguardo veloce agli articoli degli ultimi mesi. Attaccare e ingigantire certe questioni (a volte, Luca permetticelo, con un filo di cattiveria di troppo e a volte basandoti su fonti non attendibilissime vedi la questione Bando Rifiuti) per poi, con cadenza quasi scientifica, colpire maggioranza e 5 stelle ammettono un ottimo rapporto con la minoranza di Viviamo Montegranaro, legittima e direi giustificabilissima. Ne prendiamo semplicemente atto. Da parte nostra nemmeno lontanamente l’idea di essere compagni di questa maggioranza. Solo la voglia di collaborare su progetti comuni. Ma si sa… se i 5 stelle collaborano… sono come tutti gli altri politici, non c’è nulla di nuovo nella loro politica, viceversa se fanno opposizione intransigente e becera …. non sanno governare e non hanno voglia di fare nulla, solo urla e schiamazzi. Critiche classiche e direi scontate, lontane anni luce dai principi che ci muovono.
Entrando nel merito. La scelta di non avere eletti associativi nelle consulte parte da due presupposti: 1 non avere doppi incarichi che impediscono di far bene il proprio lavoro 2 eliminare ogni ombra di possibile accusa di strumentalizzazione delle consulte. Poi ancora, se qualcuno avesse la briga di approfondire, scoprirebbe che il comitato eletto, ha solo funzioni amministrative e di rappresentanza. Mentre nell'assemblea di quartiere le associazioni rientrano a pieno titolo (alla grande direi), assemblea che con questo regolamento è il vero organo decisionale (se lo approvano così!!! Ci credete voi?). Ora, se le associazioni fanno parte viva e vegeta dell’assemblea (addirittura possono partecipare contemporaneamente a tutte e cinque le consulte vista la dimensione extra-quartiere) e quindi possono votare, proporre, dare idee… come si fa a dire AI CINQUE STELLE NON PIACCIONO LE ASSOCIAZIONI? Il problema è non essere nel comitato eletto? Non essere in prima fila? E’ un errore evitare che il presidente di consulta sia contemporaneamente presidente... che ne so… dell’associazione montegranarese dei paracadutisti quando la stessa associazione all’interno della consulta ha il potere di proporre idee su nuovi campi di atterraggio per paracaduti? Benissimo… parliamone con estremo piacere!
Sono felice che a Montegranaro il Blog APERONZA possa dire sempre la sua senza filtri. E’ una vera possibilità democratica per nulla scontata di questi tempi. Rispettiamo davvero tutti i pareri e siamo disposti ad accogliere le critiche. Crediamo sia questo il nostro ruolo. Sempre però nel rispetto del SERVIZIO altrui e nel solco della verità. Permetteteci quindi di affermare con forza che dire che non amiamo le associazioni è davvero un enorme errore di lettura tra le righe. Tu pensa… l’avevamo ideata per tenerle a riparo dalle critiche di monopolizzazione! Per evitare che qualche degenerato presidente del futuro sguazzi nel conflitto di interesse. Per preservarle!
Ma ci mancherebbe che non siamo aperti ai miglioramenti. Non siamo mica il sindaco… che “si porta via il pallone?” Anzi… avevamo già intenzione (e oggi ancora di più) di convocare un assemblea pubblica (sia per questo tema che per il regolamento sul baratto amministrativo) per spiegare, migliorare, modificare (in meglio) questi regolamenti così da dare un respiro pubblico a questa proposta che noi, e solo noi, stiamo presentando alla maggioranza. Fa davvero piacere tutto questo interesse per chi svolge il “servizio politico” come noi. Verrà fuori certamente un ottimo lavoro. Se però c’è tanto spirito di critica quanto voglia di dialogare!!! Luca, lettori di APERONZA, Cittadini… venite? Darete il vostro contributo? Ci state a questa sfida? Grazie dell'opportunità.