domenica 15 marzo 2015

Come passare una domenica a servizio di chi ti frega



Quando Arkeo apre Sant’Ugo normalmente arrivano parecchie telefonate per chiedere informazioni. Abbiamo allestito un fitto sistema di promozione tramite il quale chi deve venire a Montegranaro ci contatta. È il risultato di un lavoro certosino per raggiungere il quale abbiamo impiegato anni, prendendo contatti con chi possiede portali di promozione turistica, eventi e beni culturali. Abbiamo fatto conoscere Montegranaro tramite il nostro MARCHIO e i nostri CONTATTI  che continuano a funzionare.
Oggi che tutto questo funziona e porta gente a Montegranaro grazie, appunto, a questo lavoro svolto negli anni, altri soggetti (leggi Archeoclub) si sono accorti che questo può dare visibilità e soddisfazione e stanno sostituendosi a noi.  Possiamo farci ben poco, Sant’Ugo non è roba nostra. Ma per sostituirsi a noi bisogna che si organizzino come noi e questo non si fa con quindici giorni.
Sto passando la mia domenica a rispondere al telefono alla gente che vuole visitare Sant’Ugo come se la tenessi aperta io. Solo che non la tengo aperta io e non la tiene aperta Arkeo coi suoi volontari. Allora lasciatemi invitare questi blasonatissimi ma disorganizzati amici dell’Archeoclub a prepararsi meglio, a farsi tipo cinque o sei anni di schiene spaccate a lavorare per promuovere quello che fanno e poi a presentarsi a farlo. Così come abbiamo fatto noi. Perché a prendersi i frutti del lavoro degli altri non è così facile come sembra. E nemmeno così nobile come lo si vuole far passare.

Luca Craia