venerdì 16 febbraio 2018

Mettere mano subito al regolamento case popolari. La posizione del Movimento 5 Stelle



Comunicato integrale

Piano Locazione antenne, baratto amministrativo, studi di vulnerabilità sismica, casa dell’acqua, mensa scolastica, etc. etc.…: Nonostante le nostre mozioni approvate negli anni e continue sollecitazioni, purtroppo veniamo sistematicamente ignorati. Noi siamo opposizione e ce ne faremo una ragione a questo metodo di operare non proprio democratico ma ignorare anche le richieste del Presidente del Consiglio Comunale sulla necessità di rivedere i punteggi di assegnazione degli alloggi di edilizia popolare ha dell’assurdo.
Il 5 novembre 2015 il Presidente Antonelli inviava a tutti i consiglieri una mail con la richiesta di unirsi - (commissioni consiliari non le hanno mai istituite per affrontare i problemi e trovare soluzioni) affinché si potesse trovare il modo di migliorare le storture di assegnazione punteggi per gli alloggi di edilizia popolare e noi come M5S il 6 novembre abbiamo dato la nostra disponibilità a collaborare. Purtroppo tutto ciò è rimasto lettera morta e francamente ci siamo un po’ stancati di questo atteggiamento infantile del Presidente Antonelli che lancia spesso sassi per poi nascondere la mano.
Per migliorare questo regolamento i tempi, seppur stretti, ci son ancora e noi del M5S siamo ancora disponibili a collaborare per migliorarlo. Il Centro storico morente non può permettersi nuovamente un incremento della popolazione extra comunitaria. Questa non è sana integrazione. Purtroppo negli anni politiche miopi di giunte sia di destra che di sinistra hanno reso questa zona terra di conquista e di abbandono creando potenzialità negative a qualsiasi progetto di investimento e di rilancio. Come possono coesistere i roboanti progetti di rilancio del centro storico dell’Amministrazione senza accorgersi che questo potrebbe essere un ulteriore colpo fatale?
Noi opposizione non siamo meritevoli certamente di risposte da parte di questa sorda maggioranza ma speriamo almeno che venga spiegato ai cittadini quale sia il progetto del centro storico e la visione d’integrazione che questa maggioranza sta perseguendo.