mercoledì 31 gennaio 2018

Sciopero lavoratori della raccolta differenziata. Lucentini replica a Basso



Comunicato integrale

Nel replicare all’assessore Basso parto dal fatto che l’italiano abbia un senso e che le parole non possano essere spese a caso. Quindi: o l’assessore non capisce l’italiano, e in questo caso dovrebbe tornare a scuola, o la sua voglia di fare polemica e il cercare di spostare l’attenzione su cose che nulla c’entrano denota la netta malafede ed evidente difficoltà nel rispondere.
1) Nel nostro comunicato abbiamo specificato di non voler polemizzare con l’amministrazione comunale, al contrario abbiamo chiesto di intervenire per indagare sui mancati pagamenti fra azienda e lavoratori. E’ questo il compito della politica, altrimenti basterebbero dei funzionari al posto degli assessori.
2) Nessuno “fa politica sulla pelle dei lavoratori” come ci è stato detto, anzi sono i lavoratori che hanno chiesto l’intervento della politica e trovando la Sua porta evidentemente chiusa hanno chiesto aiuto a noi.
3) Noi non facciamo chiacchiere, ci siamo basati su un documento ufficiale a firma CGIL e CISL inviato all’azienda che svolge il servizio e ai Comuni interessati lo sciopero, ma dato che le piace tanto pubblicare volantini e report, a questo punto pubblichiamo anche la lettera e lasciamo il giudizio al pubblico.
4) Non abbiamo in alcun incolpato l’amministrazione di nulla, abbiamo solamente chiesto spiegazioni. Dato che è previsto un pagamento alla ditta entro 60 giorni, in una normale azienda si paga al sessantesimo giorno, nè prima e nè dopo: non è un illecito ma è un danno economico anche quello di pagare prima, nel caso non lo sapesse.
5) Il fatto che i pagamenti da parte del Comune di Montegranaro siano rispettosi dei tempi previsti dal bando e al tempo stesso constatare che la ditta Onofaro Antonino (nessuna ATI, la Caruter è invisibile da tempo) non sia invece rispettosa dei tempi previsti è molto più preoccupante, perché a questo punto le motivazioni dei ritardi sono un mistero.
6) Il fatto che nel Suo comunicato invece di parlare dei mancati pagamenti ai lavoratori si parli di elezioni politiche imminenti, denota molta cattiveria, che tra l’altro credo di non meritare, e poca lucidità nel capire di cosa parliamo.
Caro assessore, non mi pare che il sottoscritto per ogni piccolezza faccia un comunicato stampa. Cerco sempre di intervenire nel dibattito politico quando intravedo un problema serio e sul quale l’amministrazione fa la parte dello struzzo, come nel caso dell’antenna Vodafone o del metanodotto Snam.
In questa vicenda poco c’entrano le elezioni politiche che capisco stanno causando un certo nervosismo all’ex segretario del PD, qui si parla di un assessore sordo che nell’ultimo anno non ha ascoltato le richieste di aiuto provenienti dai lavoratori dal sottoscritto dai banchi del Consiglio Comunale.
Se ogni volta che l’opposizione le solleva un problema Lei intende divincolarsi rispondendo fischi per fiaschi, le consigliamo di occuparsi di altro perché così non svolge un servizio corretto nei confronti della comunità.

IL CAPOGRUPPO CONSILIARE
DI VIVIAMO MONTEGRANARO
Mauro Lucentini

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.