martedì 19 dicembre 2017

La scuola di Santa Maria è pericolosa. Ma la lasciamo a marzo

Il trasferimento degli alunni della scuola di Santa maria, a Montegranaro, non avverrà più durante le vacanze di Natale, come programmato, bensì alla fine di marzo. Una decisione presa dall'Amministrazione Comunale e comunicata dalla stessa, nella persona nello stesso Sindaco e di alcuni assessori, nel corso del Consiglio di Istituto tenutosi questo pomeriggio. La decisione è stata ratificata dallo stesso Consiglio.
Il motivo è presto detto: ci sono ulteriori €300000 da spendere per l'adeguamento sismico della struttura ma, per spenderli, occorre un progetto che ancora non c'è. Poi si parla anche di problemi di viabilità a San liborio, luogo di destinazione degli alunni trasferiti, e della necessità di intervenire creando ipotetici parcheggi. 
Fatto sta che i bambini, rimasti in un edificio ufficialmente pericoloso da un punto di vista sismico per un periodo superiore al necessario, visto che si poteva benissimo intervenire già dalla scorsa estate, continueranno a rimanere e a correre gli stessi rischi nonostante ci sia la possibilità di metterli al sicuro. 
È anche vero che nessuno ha la certezza che l'edificio di destinazione, quello di San Liborio, sia più sicuro di quello di Santa Maria in quanto l'unica cosa certa è che quello di Santa Maria sia pericoloso. Per quanto riguarda San Liborio, invece, nulla sappiamo in quanto studi non se ne sono fatti.
A ratificare la decisione dell'Amministrazione Comunale di mantenere all'interno di un edificio pericoloso i bambini ci sono gli stessi genitori. Su questo aspetto ogni ulteriore commento appare superfluo.

Luca Craia