venerdì 22 dicembre 2017

BILANCIO REGIONALE: PER LORETO BOCCIATO UN EMENDAMENTO SULLA SCALA SANTA PROPOSTO DA FRATELLI D'ITALIA

ELENA LEONARDI: ERA UN SEGNALE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI UN'AREA VERDE A SCOPO DEVOZIONALE, NATURALISTICO E TURISTICO.

 Comunicato integrale

Ancora una bocciatura per Loreto: la maggioranza di sinistra del Consiglio Regionale ha respinto un emendamento al bilancio preventivo regionale 2018 proposto da Elena Leonardi – Fratelli d'Italia – avente per oggetto la "riqualificazione naturalistica, devozionale e turistica di un'area limitrofa alla Scala Santa di Loreto".
Ho colto un suggerimento proveniente dal consigliere comunale Gianluca Castagnani della lista Civica Loreto Libera – afferma la Leonardi - il quale mi ha evidenziato la necessità di valorizzare a beneficio dei pellegrini, soprattutto dei tanti malati, che visitano il Santuario, un'area agricola e a bosco posta accanto alla famosa Scala Santa di Loreto. L'area – come ha proposto Castagnani - sarebbe l'unico vero polmone verde per la citta' a ridosso del santuari. Per la Leonardi Loreto, città Mariana famosa in tutto il mondo, ha la necessità, nell'area centrale di una zona che sara' dedicata alla preghiera, al raccoglimento, alla lettura e manifestazioni religiose e civili con uno scenario panoramico di enorme bellezza, con vista d'occhio verso il Monte Conero e la sua riviera, da sirolo a porto recanati.
La cifra era modesta ma serve per l'avvio del progetto, che contemplera' una Via Crucis, un teatro all'aperto paesaggisticamente e ambientalmente compatibile.
Quindi se ci sono azioni dedicate al recupero architettonico e ambientale del tracciato della Scala Santa, di cui ai fondi del Por-Feasr (i cosiddetti cammini lauretani del distretto culturale evoluto) questa e' un altra cosa, che avrebbe completato l'opera, arricchendola dal punto di vista naturalistico, devozionale ma anche turistico ed economico con la creazione di un ulteriore indotto.
Avevo invitato pertanto la maggioranza a contribuire  con ulteriori apporti – afferma la Leonardi – è evidente che la maggioranza che governa la Regione, seppure per una cifra modesta, ha considerato che, essendo l'emendamento apportato dall'opposizione, esso non era da approvare.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.