giovedì 16 novembre 2017

Terremoto: una diretta radiofonica tra l’Italia e gli Usa con Tony Pasquale e Silvia Tamburriello. Festa a Borgo Lanciano.

Tony Pasquale
Sono mesi che Silvia Tamburriello parla di terremoto agli Italo-Americani. Silvia collabora da lungo tempo con l’emittente di New York ICN e con il programma “Ciao Tony” condotto dall’anchorman radiofonico Tony Pasquale portando le Marche in America e, giocoforza, nell’ultimo periodo si è parlato molto del terremoto e delle sue conseguenza. Un’opera importante che ha fatto conoscere le problematiche reali che la nostra gente sta vivendo ai propri “cugini” americani che, altrimenti, avrebbero avuto soltanto l’informazione parziale e filtrata dei media ufficiali.
Tony Pasquale sarà in Italia i primi di dicembre e quindi Silvia ha ben pensato di approfittare della sua presenza per organizzare un bell’evento che, oltre a divertire e intrattenere, potrà contribuire a tenere ancora accesi i fari sui problemi legati al terremoto. Si chiamerà "Cari amici vicini e lontani", una festa, quella che Silvia ha organizzato, con la diretta radiofonica con New York e tanta buona musica, quella di diverse band musicali anconetane che fanno musica anni ’60 e si sono riunite nella denominazione “Ancona Beat”.
Silvia Tamburriello
Musica, divertimento ma anche pensieri e parole, quelli di Flavio Corradini, Rettore dell’Università di Camerino che patrocina l’evento, e di diversi Sindaci e amministratori dei paesi del cratere nonché di titolari di attività produttive. L’intento è quello di informare i Marchigiani nel mondo di quanto sta accadendo nelle Marche ma anche di instaurare un collegamento a lungo termine tramite la trasmissione di Pasquale che faccia sentire reciprocamente la vicinanza e l’appoggio.
Ciao Tony è un programma radiofonico molto seguito da Italiani e Marchigiani non solo dagli Usa ma da Argentina e Belgio. La festa è quindi un’ottimo veicolo di informazione e il format permette di veicolare un messaggio importante in maniera piacevole e divertente, senza perdere di vista la gravità della situazione. Anche la location, Borgo Lanciano, è molto adatta, perché ci troviamo all’interno del cratere, in una delle zone più colpite, e anche il simbolismo del luogo, oltre alla sua strategicità logistica, ha la sua importanza.
L’appuntamento è, quindi, per il 4 dicembre a Castelraimondo.


Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.