giovedì 9 novembre 2017

Il mercato non va via dal centro storico. Ma chi è che lo voleva portare via? Il Comune o gli ambulanti?



A me l’intervento di Giacomo Beverati, assessore al commercio e al centro storico del Comune di Montegranaro, non ha convinto per niente, ma per niente per niente. Beverati oggi, sul Corriere Adriatico, rovescia la questione del tentativo di portare via il mercato dal centro storico dandone la responsabilità agli ambulanti. In sostanza l’assessore afferma che non è vero che sia stato il Comune a proporre ai commercianti di spostare gli stalli dalla piazza e dal corso a viale Gramsci, bensì sono stati i commercianti a richiederlo al Comune.
Dico subito che la fonte che mi ha informato della cosa è più che attendibile, quindi non ho motivo di dubitare circa quello che ho scritto nel mio precedente articolo (leggilo). Ma anche dobitassi, vorrei capire allora perché personale del Comune girava per il mercato chiedendo ai commercianti se fossero favorevoli o contrari al ventilato spostamento. Se davvero l’Amministrazione Comunale era ed è contraria a questa ipotesi, allora avrebbe dovuto semplicemente esprimere il proprio diniego fin da subito, senza nemmeno prendere in considerazione la cosa. Chiedere il parere degli ambulanti equivale a dire sì, a patto che siano tutti d’accordo. Un modo per scaricarsi dalla responsabilità.
Comunque ciò che conta è che questa idea nefasta sia rientrata. Il mercato, almeno a quanto afferma Beverati, resterà nel centro storico. Anzi, sarebbe opportuno potenziarlo, in modo da incontrare le necessità degli ambulanti che lamentano poco flusso di gente. Si potrebbe spostare, ad esempio, tutto il commercio non tessile all’interno delle mura. In questo modo la gente circolerebbe, i commercianti sarebbero contenti e il centro storico avrebbe un po’ di vita.

Luca Craia


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.