mercoledì 15 novembre 2017

FRATELLI D'ITALIA: SULLE CASETTE PER I TERREMOTATI NESSUN PASSO AVANTI



ELENA LEONARDI: QUELLO CHE E' CERTO E' CHE SARA' UN ALTRO NATALE PER MOLTI SENZA CASETTE E  SOTTO LA NEVE


COMUNICATO STAMPA INTEGRALE DEL CAPOGRUPPO REGIONALE FRATELLI D'ITALIA ELENA LEONARDI SULLA RISPOSTA DI SCIAPICHETTI ALL'INTEROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA SULLE SAE/ CASETTE TERREMOTATI

Consiglio Regionale animato ieri quando si è parlato dell'interrogazione del capogruppo Elena Leonardi, Fratelli d'Italia, che ha per titolo "Un altro inverno senza casette: di chi la responsabilità nei ritardi sulla consegna definitiva delle SAE (Soluzioni Abitative d'Emergenza)". La Leonardi difatti nell'atto ispettivo a risposta immediata ha effettuato una ricognizione del botta-risposta tra Ceriscioli e Sciapichetti da una parte e il Consorzio Arcale dall'altra. La Regione difatti afferma che la colpa della mancata consegna delle casette è da imputarsi alla ditta aggiudicatrice dell'appalto, la quale, secondo i rappresentanti della Giunta Regionale, lavora a ritmo troppo lento rispetto al cronoprogramma stabilito nell'aggiudicazione della gara. Al contrario il Consorzio Arcale afferma che molte Soluzioni Abitative sono state consegnate ma che per colpa della Regione i terremotati non possono entrarvi perchè non vengono collaudate e mancano i certificati di agibilità.
Per Elena Leonardi la verità è una sola e si sta appalesando in tutta la sua drammaticità: una cattiva gestione dell'emergenza terremoto a causa di un'impostazione troppo centralizzata  e burocratica che Fratelli d'Italia aveva denunciato già dai primi mesi dopo il sisma. 
Affermare che verranno applicate penali, come dichiarato da Sciapichetti in Aula appare un intervento fuori tempo massimo, prosegue Leonardi: si chiude la stalla quando i buoi sono ormai usciti.
Nell'interrogazione la rappresentante del partito della Meloni chiedeva nel dettaglio le motivazioni reali di questi gravi ritardi, cercando di avere un rendiconto ed esplicando per singole località, le cause del mancato ingresso dei terremotati nelle casette, ad essi promesse, alla luce dell'imminente inverno. Purtroppo le risposte dell'assessore fornite in un Aula vuota con l'assenza di gran parte dei consiglieri del Pd, sono state assolutamente insufficienti rispetto alle esigenze delle popolazioni terremotate.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.